header rsport
 

.

 

.

 

Lunedì, 16 Aprile 2018 11:24

Soudal Lee Cougan, week end sotto tono alla MTB Garda Marathon

Soudal Lee Cougan, week end sotto tono alla MTB Garda Marathon Fotografia © AEsportnews Enrico Andrini

GARDA -  Era uno degli appuntamenti più attesi da SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team la MTB Garda Marathon, una gara favorevole a Daniele Mensi che aveva vinto l’ultima edizione e concluso sul podio nel 2016, ma le cose non sono andate come dovevano, non solo per il capitano, ma anche per Luca Ronchi e Cristian Cominelli che nel 2017 avevano concluso nella Top Ten.

“Sinceramente pensavamo di raccogliere qualche risultato in più soprattutto con Daniele, visto i problemi di Luca e Cristian”, sono le parole del manager Stefano Gonzi

Non si può dire però che gli uomini di SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team non ci abbiano provato, all’inizio Daniele è rimasto nel gruppo degli inseguitori del vincitore ma successivamente non ha avuto più la brillantezza necessaria a mantenere le posizioni di testa della corsa.

”Oggi è stata una gara sotto le aspettative – commenta Mensi che ha concluso in 16ª posizione - All’inizio ho avuto buone sensazioni e ho voluto provare a prendere il comando della gara, poi col passare dei chilometri la condizione è andata peggiorando e a lungo andare mi sono spento.  Purtroppo oggi è capitata la classica giornata no in cui ho pagato gli effetti della gara di domenica scorsa in Francia che evidentemente non ho recuperato al 100%.  Rimango con il morale alto perché domenica c’è l’appuntamento con il Campionato Europeo, sono concentrato per tornare davanti”

Il fine settimana no, è stato confermato dai problemi di salute di Cristian Cominelli, costretto a rinuciare alla gara e dal 24° posto di Luca Ronchi, tornato alle gare dopo tre settimane in cui ha dovuto curare un infiammazione ad un molare.  Nella prima parte dei 63 Km della marathon di Garda, il biker verbanese si è difeso piuttosto bene, consapevole che la mancanza di ritmo gli avrebbe presentato il conto nella parte finale della gara.
L’importante per il 29enne di Stresa era riprendere le competizioni per cercare la miglior condizione e il giusto colpo di pedale che lo ha contraddistinto l’anno scorso.

Stefano Valdrighi ha chiuso 19° assoluto, dimostrando anche in questa occasione, al suo primo anno nella categoria Elite, di possedere i numeri per lottare contro avversari con più esperienza.  Dopo un avvio sofferto e qualche difficoltà a spingere all'inizio della lunga salita di San Zeno della Montagna, il "piccolo" di SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team ha preso una buona pedalata che gli ha permesso di guadagnare posizioni per tutto il resto della gara.

SEDONI 300x425banner