header rsport
 
.

 

.

 

Sabato, 16 Giugno 2018 10:27

Confermato lo staff del Pistoia Basket anche nella prossima stagione

di Leonardo Cecconi

PISTOIACome promesso alla conferenza di presentazione del nuovo coach Ramagli, stamani Giulio Iozzelli ha sciolto i dubbi sullo staff per la nuova stagione.

“Come avevo preannunciato mercoledi, è giusto fare il punto della situazione sugli altri componenti dello staff tecnico. Sono aggiornamenti positivi dal mio punto di vista perchè sostanzialmente la squadra che collaborerà con il coach sarà quella consolidata in questi anni. A partire da Fabio Bongi, per proseguire con Marcello Billeri, cosi come la parte della preparazione atletica con Gianluca Mazzoncini, il nostro fisioterapista Vinicio Vignali ed il dottor Michele Galli. Il nostro staff quindi è stata confermato in toto, dopo un confronto anche dato dall'arrivo del nuovo coach; Ramagli ci ha fatto capire che avrebbe gradito questa eventualità e noi abbiamo ritenuto di proseguire su una strada che, anche per loro merito, ci ha dato indubbie soddisfazioni. Questo nostro staff “locale” è fatto di grandi professionisti, perchè certe volte si rischia di sottovalutare quelle che sono le loro capacità. E' anche vero che nell'ultima stagione ci sono stati momenti di tensione, ma motivo in più della riconferma è aver capito che anche grazie a loro, abbiamo potuto raggiungere il traguardo della salvezza. Quindi li ringrazio e faccio a tutti loro un grande in bocca al lupo”. 

Per quanto riguarda la struttura societaria confermo che il nostro team manager sarà ancora Andrea Tronconi, mentre Michele Stilli continuerà ad assistere l'allenatore per la costruzione della squadra. Negli ultimi tre anni ha collaborato a visionare giocatori americani ed è un punto di riferimento primario per l'allenatore. Quando ci sono nuovi arrivi in una società sportiva è importante trovare gli equilibri giusti, quindi necessiteremo di tempo, ma anche le nuove figure entrate nel CdA le vedo in modo positivo ed è giusto che ci sia un rinnovamento progressivo; non si può pensare che, in eterno, le stesse persone guidino un'azienda. Maltinti è comunque rimasto in società e personalmente ritengo sia indispensabile l'apporto di Roberto; io stesso che sono da dodici anni al Pistoia Basket, è prevedibile che possa arrivare il giorno in cui io non sia più un punto di riferimento della società, ma questo è normale. Abbiamo già accennato che il quadro del mercato sarà molto complicato ed è ovvio che abbiamo iniziato a lavorarci sopra; confermo queste complicanze sul mercato, perchè c'è una caccia agli italiani come mai si era vista negli ultimi anni, con conseguente innalzamento dei prezzi. Spissu è un giocatore di gradimento, ma è sotto contratto, come è evidente che il mercato dei lunghi sia ridotto a pochi nomi; abbiamo Severini, ma dobbiamo affiancargli un giocatore che abbia altre caratteristiche. Per Della Rosa ho stima infinita per la persona e per il giocatore, ma quando costruisci una squadra da zero è importante capire se Gianluca può starci in un ruolo importante come il play; vediamo ma adesso è tutto molto prematuro. La scelta di Ramagli è basata sulla qualità della persona e non lo conosco cosi come conoscevo Enzo, ma ero a conoscenza della qualità della persona. Anche se oggi il Pistoia basket non è in grado di stabilire il proprio potere di acquisto, è comunque palese che non abbiamo un grandissimo budget ed in un contesto del genere ho pensato che un allenatore di esperienza avesse un senso. Oltretutto in situazioni non particolarmente competitive, ha sempre fatto bene in passato”.

SEDONI 300x425banner