header rsport
 
.

 

.

 

Sabato, 05 Gennaio 2019 11:14

La Gioielleria Mancini conquista una finale storica in Coppa Toscana

  MONSUMMANO - La Gioielleria Mancini conquista una storica finale di Coppa Toscana (questa sera a Cecina, ore 20,30 contro Pallacanestro Valdera) giocando una partita gagliarda dove le difesa ciabattina ha fatto la differenza tenendo il Bancacras Basket Asciano a un punteggio bassissimo.

Eppure la premesse non erano buone. Monsummano si presentava all’appuntamento con la storia priva di una dei suoi protagonisti, Gabriele Bellini, convalescente dopo una malattia. Oltre a Bellini assente anche Mignanelli per motivi di lavoro mentre presenti ma per puro onor di firma Barneschi, finito all’ospedale con un brutto trauma in uno degli allenamenti di fine anno e Maccione alle prese con una brutta contrattura cervicale. Ma veniamo alla cronaca: inizio gara appannaggio dei senesi ma Vezzani pareggia subito i conti. Asciano fa capire che non è venuta a fare una passeggiata colpendo da 3 con Falcai ma Vezzani risponde ancora presente. Asciano piazza un parziale di 4-0 ma Martelli cattura un bel rimbalzo trasformandolo e subendo fallo per il 7-9. Falchi piazza ancora una bomba per il +5 senese ma Romano e Calderaro non ci stanno piazzando il parziale di 4-0 portano Monsummano nuovamente a contatto. Asciano sfrutta bene i suoi lunghi e torna a +5 (11-16) risultato con cui si chiude il primo quarto. Calderaro si muove nel pitturato in apertura secondo quarto, andando a canestro e subendo fallo. Alikalfic per il pari e subito dopo Navicelli ruba palla e va a canestro per il primo vantaggio ciabattino. Calderaro completa un parziale di 9-0 in poco più di 2’ che costringe coach Locatelli al minuto di sospensione. Asciano reagisce al rientro in campo e impatta in un amen ma Calderaro è in fiducia e continua a bruciare la retina. Al 7’ è ancora parità (24-24). Martelli segna dal pitturato poi replica in contropiede ma Falcai colpisce ancora da 3. Un paio di errori blu amaranto e Asciano impatta di nuovo sul 29-29 risultato con il quale si chiude il secondo quarto. Navicelli apre le danze nel terzo quarto con una bomba da 3 poi è Martelli a segnare dal pitturato. Navicelli segna ancora. Per un parziale di 8-0. Il coach senese chiama il minuto di sospensione ma Navicelli aumenta il divario. Romano per il +12 e subito dopo ancora per il +14 e Asciano è completamente in bambola. Dopo 6’30” Asciano segna il primo punto su tiro libero. Asciano cerca di reagire e piazza un parziale di 5-0 chiudendo il quarto sul 47-37. I senesi tornano in campo battaglieri nell’ultimo quarto e rientrano a -6 (49-43) poi Romano si accende ma l’attacco monsummanese è farraginoso e coach Matteoni ricorre al minuto di sospensione. Romano piazza una bomba importantissima poi Martelli per il +8. Testa incrementa il vantaggio. Navicelli dalla lunetta da il +12 e Romano per il +14. È show time Monsummano con coach Matteoni che getta nella mischia anche Marchetti. La partita si conclude con il punteggio di 67-52. “Avevamo chiesto rimbalzi a questa squadra e finalmente li abbiamo ottenuti! - commenta euforico coach Matteoni - Pochissimi sono stati i rimbalzi offensivi avversari. Sono molto soddisfatto della difesa attenta che abbiamo messo in campo, soprattutto a inizio ripresa quando non abbiamo subito canestri per 6 minuti. Domani sarà più che durissima, ma siamo qui e non abbiamo niente da perdere, quindi ce la giocheremo!” Gioielleria Mancini Shoemakers 67 Bancacras Basket Asciano. 52 Parziali: 11-16; 29-29; 47-37; Gioielleria Mancini Shoemakers Monsummano: Navicelli 13, Barneschi ne, Danesi, Vezzani 5, Luciano, Maccione 3, Marchetti, Alikalfic 2, Romano 17, Martelli 9, Testa 4, Calderaro 14. All.: Matteoni Bancacras Basket Asciano: Falcai 18, Falchi 9, Fatucchi 4, Carapelli ne, Sabia 12, Frati 2, Mucci ne, Casini 7, Savelli, Losigo L., Losigo R. All.: Locatelli  

SEDONI 300x425banner