header rsport
 

.

 

.

 

Martedì, 14 Novembre 2017 09:59

Montebianco mette a dura prova l'Appennino.

PIEVE A NIEVOLE - Trasferta non dura, bensì durissima per il la 1 Div/F di Lorenzo Branduardi, che deve andare nel sempre difficile palazzetto "Pertini" di San Marcello P.se, tana del forte Appennino Volley.

Venire qua non è mai facile, non solo per il gelo tipico dell'ambiente, ma anche perché, da un punto di vista squisitamente tecnico, quello di casa è un roster assai attrezzato e dagli addetti ai lavori indicato come il favorito numero uno per la promozione. Non potremmo pensarla diversamente: l'anno scorso l'Appennino chiuse la regular season al secondo posto con 62 punti senza mai perdere una gara interna, facendo del proprio impianto un autentico bunker. Unica sconfitta casalinga, anche se a quel punto ininfluente, che arrivò nel ritorno dei playoff, quando ad eliminare il team della montagna fu la Pallavolo Valdiserchio.

Appennino che, però, è solo di passaggio in categoria perché lo conosciamo più per i trascorsi illustri nei campionati regionali, divenendo una delle big del volley pistoiese. Quindi la ripartenza dalla 2 Div, per motivazioni societarie, nel 2015, ma la squadra ha sempre mantenuto quell'ossatura rappresentata da alcune atlete già protagoniste negli anni della D. Così come il suo condottiero, una leggenda, un nome di prestigio nell'ambiente pallavolistico pistoiese: Giancarlo Cecchini. Emblema della pallavolo montanina, tecnico di alto spessore, sempre rimasto fedele alla sua San Marcello, nonostante le concrete possibilità in passato di approdare in alcuni team anche di caratura nazionale. Due squadre accomunate dal fatto che devono recuperare una partita ed arrivano a questo big match a punteggio pieno. Il Montebianco di Branduardi si presenta con qualche defezione, ma comunque attrezzato ed in grado di poter dire la sua contro il quotato avversario. Le pievarine si schierano con Paladini-Tedeschi in diagonale, Melania Mariotti-Martini al centro, Martina Mariotti-Lippi in banda, Petrucci libero. Tanto equilibrio in un primo set dove le ospiti non sono per nulla intimorite come dimostra l'iniziale 11-10. Uno dei temi predominanti della gara è la difesa messa in atto dalla squadra di casa, da sempre un suo tratto distintivo: tante le azioni prolungate spesso chiuse proprio da Corrieri e compagne. Ma Pieve svolge comunque una gara pulita in seconda linea, sia in difesa che ricezione (bene Lippi e Petrucci), e si porta avanti sul 14-16 con i colpi di Martina Mariotti, Martini e Tedeschi. L'Appennino si affida a Pistolozzi ed impatta sul 20-20. Nessuna delle due squadre intende mollare e Pieve trascina il parziale ai vantaggi, quando a trovare lo spunto decisivo è la squadra di Cecchini (26-24). Nel secondo set compagini ancora avanti punto a punto, ma l'Appennino ha qualcosa in più ed oltre a sbagliare e concedere poco, con il libero Randazzo in evidenza, è più concreto in prima linea portandosi sul 13-10. Proprio verso metà frazione arriva un cartellino giallo ai danni delle ospiti ed è un episodio che ha la conseguenza di influire sul morale della truppa di Branduardi. Cambio in posto due con Corsi per Tedeschi. Pieve è poco precisa in attacco e diversi sono gli errori a beneficio della compagine montanina, la quale ne approfitta per allungare e pervenire al raddoppio (25-18). Il terzo set è quello della svolta, perché le pievarine si guardano in faccia, facendo capire come non ci sia alcuna intenzione di andarsene da qui con un punteggio secco. Le bianconere si prendono per mano e, al di là del costante equilibrio tra le due squadre, stavolta è il Montebianco a portarsi sull'8-10: Lippi e Melania Mariotti migliorano l'efficienza in attacco ed il gioco è ben distribuito dalla brava Gori. Dietro non cade quasi nulla e Pieve ancora avanti sul 14-17 con i muri di Martini ed il buon servizio di Martina Mariotti. Le ragazze di Branduardi sono abili a non farsi acchiappare e gestiscono con autorità il finale, arrivando al 20-25 che significa quarto set. La gara è ancora lunga ed il quarto set è caratterizzato dall'avvio deciso delle bianconere, avanti 0-5, poi 5-9, facendo subentrare un po' di nervosismo nelle file locali. Le ospiti si tengono sempre avanti nel punteggio fino al 21-23. Qui sono un paio di decisioni dubbie ad incentivare l'aggancio appenninico (23-23/24-24). Un po' di sconforto subentra nella metà campo ospite ed alcune incomprensioni favoriscono la chiusura del team di casa, ancora ai vantaggi (26-24). Tanto l'amaro in bocca per la squadra di Branduardi: nonostante le difficoltà della gara, le pievarine hanno sfiorato la possibilità concreta di fare punti su un campo dove sarà dura per chiunque. Bisogna pur sempre guardare il bicchiere mezzo pieno, rappresentato dall'importante reazione avuta dalle bianconere nel terzo set oltre ad aver condotto per larga parte nel quarto. Sicuramente c'è tanto da lavorare per eliminare quelle disattenzioni che nella circostanza si sono rivelate decisive, però c'è anche la consapevolezza di aver lottato ad armi pari contro una vera e propria corazzata. Quindi andiamo avanti con il consueto entusiasmo tipico di questo inizio di stagione e guardiamo con fiducia al prossimo incontro che ci vedrà impegnati nel recupero casalingo con l'ostica Upv Buggiano Tabaccheria Dal Tato. Avversario difficile quello guidato da Francesco Pieri, anch'esso a 6 punti e molto in crescita nelle ultime settimane.

Appennino Volley-Montebianco Volley 3-1 (26-24/25-18/20-25/26-24): Charlier, Corsi, Gori, Lippi, Mariotti Martina, Mariotti Melania, Martini, Paladini, Petrucci (L), Tedeschi. All.: Branduardi.

SEDONI 300x425banner